Corallo

Non si usano soltanto pietre in gioielleria: il caso del corallo

Nel nostro secondo approfondimento sulle pietre utilizzate in gioielleria, vorremmo parlarvi di un materiale che in realtà non è affatto una pietra: il corallo. Sebbene, tutti noi abbiamo presente cosa siano le barriere coralline, per tanti risulta difficile associare quelle spettacolari strutture organiche ai ciondoli e alle collane che si possono trovare nelle vetrine di un negozio come Gioielleria Rampoldi

Che se ne conoscano le origini nei dettagli oppure no, il corallo è fin dall’antichità uno dei materiali più amati dai creatori di gioielli e dai loro clienti. Grazie alle sue tonalità di rosso inconfondibili e profonde – non è un caso se una famosa sfumatura del colore della passione per eccellenza prenda il suo nome -, il corallo ha affascinato generazioni e generazioni di uomini tanto che già popolazioni come quella egizia e quella etrusca usavano tenerlo sempre con sé sotto forma di preziosi di ogni genere. 

Ancora oggi, i gioielli di corallo sono tra i preferiti dei clienti di ogni età, come dimostra la loro popolarità tra i clienti della nostra attività di Saronno. Niente è in grado di esprimere affetto, devozione e apprezzamento come un accessorio realizzato con questo materiale, ed è per questo che presso la Gioielleria Rampoldi sono sempre disponibili tantissimi modelli di collane, bracciali, anelli e ciondoli. 

In questo articolo, andremo ad esplorare la natura del corallo, le sue varietà più famose, le leggende ad esso associate e le sue proprietà; se anche voi, come noi, amate scoprire tutte le curiosità che circondano il mondo della gioielleria, quindi, vi consigliamo di farci compagnia ancora per un po’!

Corallo
Corallo

Non una pietra, ma materiale organico, ecco cos’è davvero il corallo

Quella a cui erroneamente ci si riferisce come pietra in realtà è lo scheletro calcareo di organismi marini molto piccoli che vivono in grandi colonie, gli ottocoralli, ovvero una specie di polipi. L’habitat di queste creature sono le acque limpide e a salinità controllata del mare e sebbene siano diffusi in tutto il mondo, la varietà a noi più familiare – quella rossa – è tipica del mar Mediterraneo. 

Le condizioni perfette per la formazione dei coralli includono poca luce e acque ferme, per questo nella maggior parte dei casi vengono trovati in ambienti sottomarini riparati come grotte, spazi tra rocce e strapiombi. È quasi impossibile osservare il corallo a profondità inferiori ai 20 m ed addirittura, molto spesso si possono individuare delle colonie a 200 metri di profondità.

Ma come si forma il corallo con cui vengono realizzati i bellissimi gioielli che tutti abbiamo in mente? Per riuscire a “restare assieme” le microscopiche creature di cui abbiamo parlato secernono una sostanza composta da carbonato di calcio con cui si ancorano alle rocce e le une alle altre. Si tratta di un materiale talmente duro che con la sua stratificazione nel corso dei millenni può dare vita a scogliere ed atolli!

È proprio questa sostanza – lo “scheletro dei polipi – ad essere raccolto da mani esperte e trasformato in gioielli preziosi. 

Una sola o più varietà? Scopriamo tutte le sfumature del corallo

Senza ombra di dubbio, quando chiudiamo gli occhi e ci mettiamo a pensare al corallo la prima cosa che ci viene in mente è il suo colore rosso acceso. Tuttavia, nel mondo ne esistono di diverse varietà dotate di colorazioni che vanno dal bianco al blu e perfino al nero. A questo punto, un’avvertenza è però d’obbligo: si tratta di tipologie tanto rare e poco diffuse da essere impossibili da trovare in gioielleria!

Presso un negozio come Gioielleria Rampoldi, invece, è possibile acquistare creazioni realizzate con la varietà che troviamo nel Mediterraneo, ovvero quella tipicamente rossa. Anche il corallo del nostro mare, però, si presenta con sfumature differenti, spesso legate alle varie località in cui viene pescato

La più apprezzata e ricercata è sicuramente quella rosso scuro detta moro, ma bellissimi sono anche i gioielli che utilizzano coralli dalle delicate sfumature rosa e quelli arancioni tipici della zona della città siciliana Sciacca. 

Corallo
Corallo

Il corallo e le leggende di cui è protagonista

Le culture di tutto il mondo sono ricche di leggende che hanno per protagonista proprio il corallo; cosa del tutto prevedibile considerato il largo utilizzo che se ne faceva nell’antichità. Andando ad indagare tra i vari racconti di folklore, quindi, è semplice imbattersi in questa “pietra” che cresce in mare. 

Sarà per il suo colore forte e deciso, sarà per la sua associazione con l’acqua – elemento simbolo di purezza per eccellenza -, ma su una cosa tutte le popolazioni presenti e passate sembrano concordare: il corallo sarebbe in grado di tenere lontane le energie negative. Pensate, per esempio, a come ancora oggi tante persone nel nostro paese hanno l’abitudine di appendere un cornetto in corallo fuori dalla propria abitazione oppure come uno dei regali più beneauguranti che si possa fare ad un neonato sia proprio un accessorio in corallo. 

Sicuramente, però, la leggenda più famosa sul corallo è quella inclusa da Ovidio nelle Metamorfosi e che ne racconta le origini. Secondo il famoso poeta latino, fu il sangue della gorgone Medusa entrato a contatto con delle alghe a dare vita al corallo; proprio come il suo sguardo, infatti, anche il sangue di Medusa aveva proprietà “pietrificanti” e quando Perseo la decapitò ed alcune gocce rosse caddero in mare nacque la sostanza che oggi conosciamo. 

Gli effetti positivi del corallo su corpo e mente

Nella cosiddetta cristalloterapia sono tanti i benefici che vengono riconosciuti al corallo sia a livello fisico che mentale. Una delle sue proprietà principali, per esempio, è quella purificatrice e rinforzante che può essere collegata alle tante leggende di cui abbiamo appena parlato, secondo cui il corallo sarebbe un potente amuleto. 

Per quanto riguarda la mente, il corallo rosso viene spesso adoperato per stimolare l’energia vitale e anche per aiutarci ad accogliere nelle nostre vite amore ed affetti. Spesso, inoltre, lo si regala a chi è alla ricerca di un cambiamento di qualsiasi tipo. 

Infine, si consiglia di tenere sempre con sé una collana o un bracciale in corallo a tutte quelle persone che soffrono di problemi alla circolazione sanguigna.

Se siete alla ricerca di un negozio in grado di mettere a vostra disposizione gioielli in corallo classici oppure dal design moderno ed originale, vi consigliamo di venirci a trovare in centro a Saronno; presso la Gioielleria Rampoldi, infatti, trovate sempre le proposte migliori delle firme più importantiVi aspettiamo!

Corallo